Come indicizzare un sito web sui motori di ricerca

Come indicizzare un sito web

Prima di capire come indicizzare un sito web è bene distinguere tra due termini molto spesso confusi ovvero indicizzazione e posizionamento. In particolare, parlare di indicizzazione significa “rendere visibile un sito web o un blog tra i risultati dei motori di ricerca indipendentemente dalla posizione su Google”.

Il posizionamento comprende, invece, quell’insieme di tecniche che fanno visualizzare il sito web nella migliore posizione possibile per determinate keywords. Pertanto senza indicizzazione non c’è posizionamento e quindi non è possibile acquisire nuovi clienti e far crescere il fatturato grazie al web marketing e alla SEO.

Cosa è l’indicizzazione di un sito web

L’indicizzazione del sito web è quel processo per cui uno spider o crawler di Google scansiona tutte le risorse presenti sul motore di ricerca e i contenuti dei vari siti web per capire di cosa trattano e restituirli agli utenti. Il “Googlebot”, così si chiama lo spider, analizza il sito, ne valuta la qualità e invia i dati all’indice del motore di ricerca per organizzarli in un posizionamento sulle pagine web.

Il risultato di tutte queste attività è la SERP do Google che gli utenti del web vedono ogni giorno sui loro PC, tablet e smartphone.

Come si indicizza un sito web: le due cose da fare

Come abbiamo visto l’indicizzazione del sito web non è automatica e il sito deve essere accessibile ai motori di ricerca impostando Search Console oppure selezionando la voce sul menu del tuo CMS, tra le impostazioni di setup.

Successivamente puoi verificare se il processo è andato a buon fine grazie all’accesso ai file Robots.txt, digitando nella barra degli indirizzi l’URL come indicato qui: www.nomesito.it/robots.txt e potrai vedere il contenuto del file. Se troverai scritto Disallow:/ allora il sito è bloccato.

Un’alternativa è quella di indicizzare il sito tramite Google Search Console, verificando che il contenuto di ogni pagina sia originale, dato che Google non visualizza un contenuto che presenta più del 30% di testo copiato e la percentuale ideale è pari a 0. Solo dopo aver fatto tale verifica puoi procedere su Search Console e inviare la sitemap a Google, ovvero l’indice di contenuti del tuo sito, che ne facilita la comprensione sui motori di ricerca.

Effettuati questi passaggi, nell’arco di 24/48 ore il tuo sito sarà indicizzato da Google e per verificare la presenza di tutte le pagine sul motore di ricerca puoi digitare “site: URLdel sito”. Se il motore di ricerca restituirà correttamente tutte le pagine, allora il tuo sito è indicizzato.

Dopo l’indicizzazione: tecniche di posizionamento su Google

Una valida web agency oltre alla realizzazione del sito e alla sua indicizzazione si occuperà del posizionamento del sito web, lavorando sulla SEO. Per ottenere validi risultati è bene lavorare su tre tipi di keyword:

  • le keyword che rispondono a ricerche informazionali

  • le keyword che rispondono a ricerche navigazionali

  • le keyword che rispondono a ricerche transazionali o commerciali

Ricordiamo che le keyword più interessanti ai fini dell’ottimizzazione SEO sono quelle transazionali o commerciali, che portano l’utente a compiere una transazione, ad esempio un acquisto, sul sito web aziendale.

Per questo se vuoi ottenere visibilità, traffico sul sito web, vendite e conversioni di altro tipo, noi di Edera lavoreremo ogni giorno al tuo fianco per aiutarti a raggiungere questo obiettivo.

 

Sei interessato al servizio Come indicizzare un sito web sui motori di ricerca ?

Richiedi maggiori informazioni sulle tempistiche e costi di realizzazione.

CONTATTACI